Sei un calciatore? ACCEDI o ISCRIVITI ORA! CalciottoCup, torneo calcio a 8 a Terni su Facebook 

IL REGOLAMENTO

CAPO 1 ATTO DI ISCRIZIONE
ART.1

Ciascuna squadra potrà essere composta da un numero massimo di 20 calciatori, minimo di 13.
E’ consentita la partecipazione di n. 2 tesserati F.I.G.C. per ogni formazione.
Sono considerati tesserati tutti i giocatori militanti nei campionati F.I.G.C. dagli allievi alla Serie A che abbiano preso parte – siano stati cioè identificati nell’ambito del riconoscimento pregara- ad almeno una partita F.I.G.C. nel corso della stagione sportiva 2014/2015.
Fintanto che tali giocatori non abbiano preso parte ad una gara F.I.G.C. (riconoscimento pre-gara) non saranno considerati tesserati.
Conseguentemente, le eventuali sanzioni di cui all’art. 7 saranno applicate a decorrere dalla gara di Calciotto successiva a quella F.I.G.C. che abbia dato causa alla violazione.
Sono esclusi dal computo: -i tesserati del calcio a 5 in categorie inferiori alla B; -i giocatori tesserati, nel ruolo di portiere.
Ogni squadra, oltre ai 2 tesserati consentiti, potrà avvalersi di n. 2 portieri tesserati. Tali calciatori, ove la squadra abbia già in lista n. 2 tesserati, potranno prendere parte a ciascuna gara unicamente nel ruolo di portiere.
Allo stesso modo, i calciatori che dovessero far parte di formazioni giovanili di squadre di calcio a 5 militanti in categoria superiore alla B (compresa) saranno considerati tesserati.

ART.2

d Nella quota di iscrizione prevista per ogni squadra, pari ad € 500,00, sono compresi cartellini assicurativi, affiliazione, montepremi e sito internet.
In occasione di ogni partita, ciascuna squadra sarà tenuta al versamento della quota gara, corrispondente ad € 50,00; tale importo dovrà essere consegnato al direttore di gara nell’ambito delle operazioni di riconoscimento antecedenti al match.
In caso di mancato pagamento, l’arbitro non darà IN NESSUN CASO inizio all’incontro, facendo si che la formazione inadempiente sia sconfitta per 3-0 a tavolino.

ART.3

Al momento dell’iscrizione ogni squadra dovrà versare € 100,00 a titolo di cauzione; la cauzione verrà restituita al termine del torneo ove la squadra non sia incorsa nei comportamenti puniti dagli articoli successivi del regolamento con sanzioni pecuniarie.
OVE NEL CORSO DEL TORNEO LE SANZIONI PECUNIARIE SUBITE DOVESSERO ESAURIRE LA CAUZIONE, LA STESSA DOVRA’ ESSERE RIVERSATA IN OCCASIONE DELLA PARTITA SUCCESSIVA; SE CIO’ NON DOVESSE ACCADERE L’ARBITRO NON ACCONSENTIRA’, IN NESSUN CASO, ALLA SQUADRA INADEMPIENTE DI ACCEDERE AL CAMPO DI GIOCO, DETERMINANDONE LA SCONFITTA PER 3-0 A TAVOLINO.

ART.4

La lista consegnata al momento dell'iscrizione non potrà essere modificata sino al termine della FASE AUTUNNALE.
Il CALCIOMERCATO scatterà il 23.12.2014 e si chiuderà il 10.01.2015: unicamente nel corso di questo periodo sarà possibile INTEGRARE O MODIFICARE LE ROSE precedentemente consegnate; tali variazioni potranno consistere nella sostituzione di calciatori presenti nella lista iniziale con altri esterni al torneo o nel trasferimento di calciatori già iscritti al torneo, da una squadra ad un'altra.
In ogni caso per rendere il trasferimento valido ed effettivo sarà necessario recapitare una mail entro e non oltre il 10.01.2015 al comitato organizzatore, allegando l’opportuna documentazione richiesta.
Tali tesseramenti sono soggetti alle disposizioni dell’art. 1.

ART 5

L'inizio del torneo è previsto per il 27/10/2014.

ART 6

La stagione sarà strutturata secondo una formula di gioco basata su una triplice tipologia di competizioni: (i) CALCIOTTO CAMPIONATO; (ii) CALCIOTTO COPPA; (iii) CALCIOTTO LEAGUE.
Tutte le squadre iscritte parteciperanno al CALCIOTTO CAMPIONATO (composto da REGOULAR SEASON e PLAY OFF) ed alla CALCIOTTO COPPA o CALCIOTTO LEAGUE, in relazione alla posizione di classifica conseguita all’esito della REGOULAR SEASON.
POTRANNO DISPUTARE REGOLARMENTE LA SECONDA FASE DELLA MANIFESTAZIONE: OVVERO (I) GIRONE DI RITORNO E PLAY OFF DEL CALCIOTTO CAMPIONATO; (II) CALCIOTTO COPPA; (III) E CALCIOTTO LEAGUE , TUTTI I GIOOCATORI NON TESSERATI F.I.G.C. A PRESCINDERE DALLE PRESENZE EFFETTUATE NELLA REGOULAR SEASON.
I CALCIATORI TESSERATI F.I.G.C. POTRANNO DISPUTARE GARE DELLA SECONDA FASE DELLA STAGIONE (come sopra individuata) SOLTANTO OVE ABBIANO PRESO PARTE (siano stati cioè quanto meno identificati dall'arbitro nel riconoscimento pre-gara) AD ALMENO 4 PARTITE NEL CORSO DEL GIRONE DI ANDATA DELLA REGOULAR SEASON DEL CALCIOTTO CAMPIONATO (limite dimezzato per i calciatori tesserati F.I.G.C. iscritti al torneo nel gennaio 2015).

ART 7

La squadra che violerà i limiti di tesseramento previsti dall’art. 1 sarà sanzionata con la cancellazione immediata del calciatore tesserato F.I.G.C. in esubero -non dichiarato al momento dell’iscrizione – e la SCONFITTA 3-0 A TAVOLINO PER OGNI GARA ALLA QUALE ABBIA PRESO PARTE (sia stato cioè identificato nel corso del riconoscimento pregara) il calciatore tesserato non dichiarato.
Ove il tesseramento si sia concretizzato, secondo quanto disposto dall’art. 1, nel corso della stagione, la sanzione sarà applicata a decorrere dalla gara successiva al momento di verificazione della violazione.
Conseguentemente, tali sanzioni non verranno applicate: se la squadra di riferimento comunicherà tempestivamente l’avvenuto tesseramento depennando il tesserato in esubero dalla lista consegnata al momento dell’iscrizione; se il calciatore, divenuto tesserato, non prenderà parte alle successive gare del Calciotto.

ART 8

La squadra che disputerà una gara avvalendosi delle prestazioni di calciatori non facenti parte la lista consegnata al momento dell’iscrizione (o modificata durante il calciomercato) sarà sconfitta 3-0 a tavolino e sarà soggetta alla penalizzazione di un punto in classifica.

ART 9

Prima dell’inizio della seconda fase della manifestazione l’org., tramite comunicato ufficiale, renderà noti i calciatori tesserati F.I.G.C. che avendo regolarmente effettuato le presenze richieste dall’art. 6 potranno partecipare alla seconda fase del torneo.
I CALCIATORI, SOGGETTI AL LIMITE DELL’ART. 6, PRIVI DELLE PRESENZE RICHIESTE NELLA REGOULAR SEASON, SARANNO CANCELLATI CON EFFETTO IMMEDIATO DALLA MANIFESTAZIONE.
LA SQUADRA CHE COMUNQUE SE NE AVVARRA’ SARA’ SANZIONATA SECONDO QUANTO PREVSITO DALL’ART. 7 (nella sostanza il calciatore tesserato privo delle presenze richieste sarà considerato come un tesserato in esubero non dichiarato).

CAPO 2 REGOLAMENTO TECNICO:
ART 10

Nell'atto d'iscrizione ogni squadra dovrà necessariamente indicare, in modo chiaro e inequivocabile, un suo membro come RESPONSABILE che, in qualità di presidente della propria associazione, iscritta alla manifestazione come autonoma soggettività giuridica, terrà i contatti con l'organizzazione; è inoltre possibile indicare fino ad un massimo di 2 sogg., diversi dai calciatori, come dirigenti.
Solo tali persone previo riconoscimento dell'arbitro potranno sedere in panchina e accedere al campo per destinazione

ART 11

Un giocatore inscritto in una squadra, non potrà in nessun caso giocare in un'altra.
Ciò sarà possibile solo dopo aver esplicato le procedure previste all'art 4. Nel caso in cui questo si verificherà al di fuori dalle previsioni dell'art 4, la squadra che ne beneficerà andrà incontro alla sconfitta a tavolino, alla penalizzazione di un punto in classifica ed al pagamento di € 50,00 di ammenda, che verranno decurtate dalla cauzione versata al momento dell’ iscrizione ai sensi dell’art. 3.

ART 12

Gli orari delle gare NON POTRANNO ESSERE MODIFICATI RISPETTO QUANTO PREVISTO DAL CALENDARIO UFFICIALE (SALVO EVENTUALI VARIAZIONI PROPOSTE DALL’ORGANIZZAZIONE E COMUNICATE CON LARGO ANTICIPO) che sarà sempre visibile sul sito.

ART 13

L'ORARIO DI CONVOCAZIONE è 30 MIN. PRIMA RISPETTO QUELLO DA CALENDARIO DELLA SINGOLA GARA. IL TEMPO DI ATTESA è PARI A 15 MIN. (ES.19,30_19,45) TRASCORSI I QUALI LA SQUADRA RITARDATARIA PERDERA’ L'INCONTRO A TAVOLINO E SARA’ SOGGETTA AL PAGAMENTO DI AMMENDA PARI AD € 100 DA DETRARRE DALLA CAUZIONE VERSATA SECONDO LE PROCEDURE PREVISTE ALL' ART 2.
A PARTIRE DALLA SECONDA GARA ALLA QUALE UNA SQUADRA RINUNCERA’ OLTRE ALL’AMMENDA ECONOMICA, ALLA SCONFITTA A TAVOLINO VERRANNO ANCHE ATTRIBUITI DEI PUNTI DI PENALIZZAZIONE (SECONDO IL METODO SEGUENTE: -1 ALLA SECONDA ASSENZA, -2 ALLA TERZA ASSENZA -3 ALLA QUARTA ASSENZA E COSì A SEGUIRE SECONDO LO STESSO METODO).

CAPO 3 LA PARTITA
ART 14

Si gioca in otto compreso il portiere; tempi di gioco N 2 da 25 min. ciascuno. Si applica il regolamento del calcio a 11 con alcune eccezioni: possibili le sostituzioni volanti; il N minimo di calciatori necessari per dare inizio alla gara è pari a 6 per ciascuna squadra. In caso di espulsioni tali da rendere inferiore a tale soglia un numero di calciatori inizialmente superiore, la partita verrà interrotta, e verrà assegnato lo 0-3 a tavolino (fatta salva la conservazione del migliore risultato eventualmente conseguito) ai danni della squadra che avrà dato motivo all'interruzione.
Nella distinta di gara dovranno essere indicati esplicitamente i giocatori che rivestiranno il ruolo di portiere.
Le operazioni di riconoscimento pregara verranno effettuate dall’arbitro mediante documento di identità o copia dello stesso documento.
in casi eccezionali, qualora un calciatore sia sprovvisto di documento, la squadra avversaria potrà acconsentirne la partecipazione alla gara, previa dichiarazione di assenso resa dal capitano in calce alla distinta di gara. L’arbitro ne prenderà atto e lo segnalerà nel referto.
Il direttore di gara, sottoscrivendo la distinta, certificherà di aver effettuato personalmente il riconoscimento secondo quanto previsto dalle disposizioni precedenti e dunque previa verifica del documento di identità di ciascun calciatore.

ART 15

Tutte le squadre dovranno avere a disposizione almeno una divisa (maglia, pantalone, calzettone) che dovranno necessariamente indossare ogni partita.
I “fratini” verranno messi a disposizione solo nel caso in cui entrambe le squadre indosseranno divise dello stesso colore; in questo caso sarà sorteggiato chi dovrà indossarli.

ART 16

Tutti gli incontri verranno diretti da arbitri che a fine gara redigeranno un rapporto, sulla base del quale il preposto Organo Giudicante adotterà le opportune misure disciplinari.

ART 17

Tutti gli incontri verranno disputati presso il San Valentino Sporting Club e l’Oratorio di San Francesco, dal lunedì al mercoledì.
Il c.o. in casi particolari, che verranno adeguatamente e tempestivamente motivati, si riserva la possibilità di introdurre turni infrasettimanali che potranno anche disputarsi nel finesettimana.

CAPO 4 SANZIONI DISCIPLINARI E PECUNIARIE:
ART 18

Le sanzioni disciplinari e pecuniarie verranno stabilite dalla COMMISSIONE GIUDICANTE preposta, unico organo avente tale potere.

ART 19

I CALCIATORI AMMONITI PER 4 VOLTE NEL CORSO DELLA MANIFESTAZIONE SARANNO SQUALIFICATI AUTOMATICAMENTE PER UNA GIORNATA (il computo non si azzererà al termine della regolaur season). Raggiunta la 9° AMMONIZIONE i calciatori saranno diffidati permanentemente, e perciò soggetti a squalifica per ogni ammonizione successivamente ricevuta.
Tutti provvedimenti disciplinari erogati in relazione a partite di CALCIOTTO CAMPIONATO produrranno effetto anche in COPPA od in LEAGUE; allo stesso modo, tutti i provvedimenti erogati in COPPA od in LEAGUE produrranno effetto anche in CALCIOTTO CAMPIONATO.

ART 20

I calciatori espulsi saranno soggetti a sanzioni che potranno andare da 1 o più giornate di squalifica fino, nei CASI ESTREMI, alla RADIAZIONE DALLA MANIFESTAZIONE.

ART 21

LE SQUADRE saranno soggette a deferimento in caso di violazione del seguente regolamento: al DEFERIMENTO POTRANNO ACCOMPAGNARSI SANZIONI PECUNIARIE E PENALIZZAZIONI secondo il metodo di seguito riportato.
L'ORGANIZZAZIONE NON TOLLERERA’ IN NESSUN CASO MALEDUCAZIONE, MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DEGLI ARBITRI, DELLE SQUADRE O DELLO STAFF DELL'ORGANIZZAZIONE.
Le squadre o i singoli che si renderanno protagonisti, in campo o fuori, di atti che a giudizio inderogabile della Commissione Giudicante saranno particolarmente gravi per l'incolumità dei partecipanti, o per l'immagine del torneo –perché contrari ai valori del fair play o della buona fede- saranno sottoposti a provvedimenti di carattere tecnico (penalizzazione di punti in classifica) e disciplinare (squalifiche).
Tali provvedimenti verranno resi noti a mezzo internet; avverso gli stessi sarà possibile presentare reclamo –unicamente dal destinatario- ai sensi dell’art. 21 bis.
IN CASO DI DANNEGIAMENTO ALLE STRUTTURE OSPITANTI IL TORNEO, LE SQUADRE RESPONSABILI SARANNO SOTTOPOSTE AL PAGAMENTO DEL DANNO POSTO IN ESSERE E DI UNA MULTA DI € 100,00, che verranno decurtati dalla cauzione prevista ai sensi dell’ART 3.
LA SQUADRA SCONFITTA A TAVOLINO (PER NON ESSERSI PRESENTATA ALLA GARA) SARA’ SOGGETTA ALLA MULTA DI € 100 DA DECURTARE DALLA CAUZIONE DEPOSITATA AI SENSI DELL’ART. 3.

ART 21 BIS

Avverso qualunque decisione della commissione giudicante sarà possibile presentare reclamo ENTRO E NON OLTRE 24 ORE DALLA COMUNICAZIONE DELLA STESSA CON RICORSO A MEZZO INTERNET; ILRICORSO RESPINTO NON SARA’ PIU APPELLABILE.

ART 21 TER

Le segnalazioni relative a violazioni inerenti gli artt. 1-6-7 e 8 del regolamento potranno essere presentate in qualsiasi momento da chiunque -partecipante alla manifestazione- ne abbia interesse.

ART 22

LE SQUADRE CHE NEL CORSO DEL CAMPIONATO DOVESSERO ESSERE SCONFITTE PER 6 VOLTE A TAVOLINO, A CAUSA DELLA MANCATA PARTECIPAZIONE ALLE GARE PREVISTE DAL CALENDARIO, VERRANNO AUTOMATICAMENTE E SENZA POSSIBILITà D'APPELLO ESCLUSE DAL TORNEO.

CAPO 5 RESPONSABILITA’:
ART 23

OGNI SQUADRA PARTECIPANTE CORRISPONDE AD UNA SINGOLA ED AUTONOMA ASSOCIAZONE SPORTIVA REGOLARMENTE AFFILIATA AD UN ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA. CONSEGUENTEMENTE, IL PRESIDENTE DI CIASCUNA ASSOCIAZIONE, NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI, E’ PREPOSTO ALLA CURA DI QUALSIASI QUESTIONE DI CARATTERE AMMINISTRATIVA E MEDICO-SPORTIVA RELATIVA AI MEMBRI DELLA PROPRIA ASSOCIAZIONE, ASSUMENDO, AL RIGUARDO, OGNI RESPONSABILITA’ DI LEGGE. FORMALIZZANDO L’ISCRIZIONE, IL PRESIDENTE DI CIASCUNA ASSOCIAZIONE, GARANTISCE ALLA A.S.D. SOLDATINO KING E D’ARTAGNAN IL RISPETTO DELLA NORMATIVA MEDICO SPORTIVA DA PARTE DELLA PROPRIA ASSOCIAZIONE E DEI PROPRI ASSOCIATI.
L’A.S.D. SOLDATINO KING E D’ARTAGNAN, DECLINA, DUNQUE, OGNI RESPONSABILITA’ AFFERENTE AD EVENTUALI VIOLAZIONI POSTE IN ESSERE DALLE SINGOLE ASSOCIAZIONI PARTECIPANTI AUTONOMAMENTE ALLA MANIFESTAZIONE.

IN OCCASIONA DI CIASCUNA GARA, TUTTI I CALCIATORI (FACENTI PARTE DI AUTONOME ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AFFILIATE A REGOLARE ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA) SCENDONO IN CAMPO SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’. L'ORGANIZZAZIONE DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ INERENTE AD INCIDENTI DA QUALSIASI CAUSA PROVOCATI A TERZI E AGLI STESSI PARTECIPANTI DELLA MANIFESTAZIONE.
OGNI PARTECIPANTE, PREVENTIVAMENTE IDENTIFICATO DALL’ARBITRO TRAMITE DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO, SOTTOSCRIVE UNA DICHIARAZIONE CON CUI AFFERMA LA PROPRIA INTEGRITA’ FISICA, IDONEA A PARTECIPARE A MANIFESTAZIONI SPORTIVE DI CARATTERE NON AGONISTICO (COME ACCERTATO DALLA PROPRIA ASSOCIAZIONE DI RIFERIMENTO) ASSUMENDOSI IN OGNI CASO QUALSIASI RESPONSABILITA’ DERIVANTE DALLE PROPRIE CONDIZIONI FISICHE DI SALUTE.
A PROVA DELL'EFFETTIVA CONOSCENZA E DELLA CONFERMA DI QUANTO ILLUSTRATO SOPRA, TUTTI I CALCIATORI (E GLI EVENTUALI DIRIGENTI), MEMBRI DI AUTONOME ASSOCIAZI0NI SPORTIVE DIVERSE DALLA A.S.D. SOLDATINO KING E D’ARTAGNAN, DOVRANNO SOTTOSCRIVERE, IN OCCASIONE DI OGNI PARTITA UNA DICHIARAZIONE COLLETTIVA IN CUI ATTESTINO LA TOTALE CONOSCENZA, L'APPROVAZIONE ED IL RISPETTO DELLE PRESENTI NORME DI PARTECIPAZIONE E DI TUTTI GLI EFFETTI POSSIBILI CONSEGUENTI ALLA PROPRIA LIBERA, VOLONTARIA ED INCONDIZIONATA PARTECIPAZIONE ALL'ATTIVITA IN OGGETTO, ASSUMENDOSI TUTTE LE POSSIBILI RESPONSABILITA’ CHE NE DOVESSERO DERIVARE.
IL GIOCATORE O IL DIRIGENTE CHE DOVESSE RIFIUTARSI DI APPORRE TUTTE LE SOTTOSCRIZIONI RICHIESTE NON SARA IN NESSUN CASO AUTORIZZATO DALL' ARBITRO AD ACCEDERE AL CAMPO PER DISPUTARE LA PARTITA.
IL DIRETTORE DI GARA, SOTTOSCRIVENDO LA DISTINTA, CERTIFICA LA REGOLARITà DELLE OPERAZIONI DI RICONOSCIMENTO.

CAPO 6 MALTEMPO
ART 24

In caso di maltempo se il C.O non avrà comunicato ai responsabili di squadra o all'arbitro alcuna decisione ufficiale di rinvio, l'arbitro insieme ai responsabili delle 2 squadre, dovrà verificare le condizioni del terreno; in caso di campo non praticabile l'intera giornata verrà rinviata a data da destinarsi, secondo le disposizioni del C.O.
In presenza di condizioni di maltempo se non sarà stato ufficializzato il rinvio della giornata, in caso della mancata presentazione di una o di entrambe le squadre partecipanti, si avrà la sconfitta a tavolino ed il pagamento della corrispondente ammenda (vedi art 3-21)

CAPO 7 COMUNICATI
ART 25

I comunicati ufficiali dell'organizzazione verranno prodotti a mezzo INTERNET(sito ufficiale e relative caselle di posta elettronica).

CAPO 8 PLAYOFF
ART 26

Sono considerati play off: (i) il tabellone finale del CALCIOTTO CAMPIONATO; (ii) la CALCIOTTO COPPA; (iii) e la CALCIOTTO LEAGUE.
I play-off del CALCIOTTO CAMPIONATO si disputeranno con la seguente formula:
le prime due classificate avranno accesso direttamente alle semifinali; le 7 squadre, dalla 3° alla 9°, accederanno ai play-off e le ultime due classificate disputeranno uno spareggio in gara unica per accedere al tabellone di play off (in caso di pareggio accederà al turno successivo, la squadra meglio piazzata in campionato). Nel caso di ritiro di una squadra dal campionato, non si effettuerà alcuno spareggio e la 10° accederà ai play-off.
Le 8 squadre faranno i play-off con il seguente tabellone (fino a determinare le altre due semifinaliste):
1) A: 3°-10° / B: 6°-7° / Vincente A- Vincente B / In semifinale la vincente di questo incontro incontrerà la seconda classificata del campionato:
2) C: 4°-9° / D: 5°-8° / Vincente C – Vincente D / In semifinale la vincente di questo incontro incontrerà la prima classificata del campionato:
Le partite valevoli per i play off saranno di sola andata; in caso di pareggio accederà al turno successivo la squadra meglio piazzata in campionato. Per il turno delle semifinali, in caso di pareggio, si terranno i tempi supplementari; in caso di ulteriore pareggio accederà alla finale la squadra meglio piazzata in campionato. In finale, in caso di pareggio, supplementari e calci di rigore.
Al termine del CALCIOTTO CAMPIONATO (FASE REGOULAR SEASON) verrà stilata la classifica ufficiale: le prime 5 squadre avranno accesso alla CALCIOTTO COPPA; le ultime 5 alla CALCIOTTO LEAGUE, la 6° classificata accederà alla CALCIOTTO COPPA; NEL CASO LA SUA DISTANZA DALLA 5° CLASSIFICATA SIA INFERIORE A 8 PUNTI, VICEVERSA QUALORA FOSSE MAGGIORE ACCEDERA’ ALLA CALCIOTTO LEAGUE. Nel caso di ritiro di una squadra, la 6° automaticamente accederà alla LEAGUE.
PER LA DETERMINAZIONE DELLA CLASSIFICA IN CASO DI PARITA’ TRA DUE O PIU’ SQUADRE SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONI I PUNTI E L’EVENTUALE DIFFERENZA RETI NEGLI SCONTRI DIRETTI, IN CASO DI ULTERIORE PARITA’ LA DIFFERENZA RETI TOTALE ED IN CASO DI ULTERIORE PARITA’ LA GRADUATORIA DELLA COPPA DISCIPLINA.
QUESTE COMPETIZIONI SARANNO ORGANIZZATE CON GIRONE ALL’ITALIANA DI SOLA ANDATA, ALL’ESITO DEL QUALE, LA PRIMA CLASSIFICA ACCEDERA’ DIRETTAMENTE ALLA FINALE E LE ALTRE 4 (2°, 3°, 4° e 5°) SI GIOCHERANNO LA QUALIFICAZIONE ALLA FINALE CON PARTITE DI SOLA ANDATA. IN CASO DI PAREGGIO AL TERMINE DEI MINUTI REGOLAMENTARI ACCEDERA’ AL TURNO SUCCESSIVO LA SQUADRA MEGLIO PIAZZATA IN COPPA OD IN LEAGUE.
LE FINALI PER L’ASSEGNAZIONE DEI TROFEI SARANNO DISPUTATE IN GARA UNICA CON SUPPLEMENTARI E CALCI DI RIGORE.

CAPO 9 RITIRI DAL CAMPIONATO
ART 27

In caso di radiazione dal campionato di una squadra per i motivi sopra indicati, o di rinuncia della stessa a proseguire la manifestazione, il C.O. adotterà i seguenti provvedimenti:
- qualora il ritiro interverrà durante la regoular season tutte le partite precedentemente disputate saranno invalidate con conseguente cancellazione dei risultati conseguiti;
- qualora, per converso, il ritiro interverrà durante i play off, tutti i risultati precedentemente conseguiti dalla squadra ritirata verranno salvaguardati e le partite successive saranno definite attribuendo lo o-3 a tavolino in favore dell’avversario di riferimento.

ART 27 BIS

Per quanto non previsto da questo regolamento, verranno applicate le norme del regolamento F.I.G.C

CAPO 10 GARANZIE
ART 28

Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, il campionato in questione non dovesse disputarsi l'organizzazione si obbliga all'immediata restituzione al resp. di ciascuna singola squadra dell'importo versato al momento dell'iscrizione.

ART 29

Il campionato non verrà disputato se si avranno un numero di squadre iscritte inferiore a 10.

ART 30

AL RAGGIUNGIMENTO DELLE 16 SQUADRE, l’organizzazione garantisce un montepremi pari ad € 5.000,00 in buoni da spendere.
AVRANNO DIRITTO AD UNA QUOTA, PROPORZIONALE DELLO STESSO, LE SQUADRE FINALISTE DEL CALCIOTTO “REGOULAR SEASON” (IN MISURA PREPONDERANTE), LA SQUADRA VINCITRICE DELLA “COPPA” E LE SQUADRE FINALISTE DELLA CALCIOTTO “LEAGUE”.

ART 31

Nel caso in cui le squadre iscritte saranno inferiori a 16 l’ammontare del montepremi sarà ridotto proporzionalmente al numero delle formazioni partecipanti.

VIDEO

MAIN SPONSOR

COMUNICAZIONI

Nessuna news registrata!